Performance teatrale UOMINI IGNUDI (testi di Claudia Piccinelli)

Scritto da Claudia Piccinelli. Postato in Guerra Shoah Resistenza

da UOMINI   IGNUDI

 (testi di Claudia Piccinelli  rielaborazione drammaturgica di Alberto Ciarafoni)

 

(25)Re-                                    Di tutte le razze, la nostra, l’ariana, è la più creativa, la più valente. Pura, tanto da esigere da se stessa un alto valore morale e… capace di autocontrollo. La nostra razza è l’unica, cui spetti di dominare il mondo.

(26)q. Tutti-    l’unica

(27)Re-                                    Ma… c’è una malattia che sottrae alla razza pura le energie necessarie per la sua lotta alla supremazia…

(28)Narratore-           Non ci voleva !  

                                                  

(29)Re-                                    … cagionata da germi imbastarditi e svirilizzanti, che senz’ombra di dubbio, sono racchiusi, in primo luogo, nei responsabili della strage degli Innocenti: gli ebrei.  Asociali, ladri e delinquenti, usurai interessati al denaro e al profitto, untori, parassiti ! Dobbiamo liberarcene al più presto …  

 

(30)q. Tutti-               E’ un furfante l’ ebreo, un nemico e… t’imbroglia. Fermati, caro passante e guarda: nella carne triturano topi.  Diluiscono l’acqua nel latte.  Fanno il lievito con i pidocchi, la farina impastata è coi piedi… Dunque basta,passante… Apri gli occhi !

 

(31)Narratore-           Il nemico: concretizzazione intellettuale e fisica della potenza del male. Per il solo fatto di esistere, certi popoli e certe razze sono l’espressione statistica e oggettiva del… male.

 

(32)Re-                        … come, al più presto, dobbiamo liberarci degli zingari !”  

 

(33)Narratore-           “Ma sì, rendiamo più numerosi i nemici, veri o… falsi che siano ! Guerra. La sola igiene del mondo!

 

(34)q. Tutti-               Tutti d’accordo e succubi. Che fascino l’ometto, dai corti baffi neri. D'altronde la dialettica e la crudeltà di un capo, ammirazione creano, amore e fedeltà, ed oggi… come ieri, chi ne sarà asservito, uso farà ordinario… di pari crudeltà !

 

(35)Narratore-           Giusto, ciò che giova allo Stato, ingiusto ciò che allo Stato nuoce.”

 

(36)Re-                                    “Per gli ebrei è già stato tutto pianificato ! Non sarà difficile trovare validi motivi per combattere anche gli zingari, sebbene… a pensarci, Rom e Sinti non hanno mai fatto una guerra, non possiedono territori da difendere…

 

(37)Narratore-           … non sanno neppure cosa significhi, avere delle proprietà…

(38)Re-                                    … ecco, dobbiamo combattere gli zingari perché sono… dei delinquenti-nati. !  

 

(70)Narratore-           “Nello stesso anno 1936, viene istituito il Centro di ricerche per l’igiene e per la razza, che si occuperà, tra l’altro della cosiddetta questione zingara. Direttore del Centro è il dottore Robert Ritter da Aquisgrana, psichiatra infantile. Ritter, che si avvale della collaborazione di Eva Justin, una puericultrice meglio conosciuta nel suo ambiente come Loli Ciai, la fanciulla dai capelli rossi, esordirà nel mondo scientifico, con una strepitosa teoria sulla pericolosità della razza zingara:

 

(71)Dott. Ritter-         … e, grazie anche ai meticolosi, nonché puntuali studi della mia più stretta assistente, la qui presente dottoressa Justin, concluderò dichiarando che: essendo gli zingari asociali per cause genetiche, tutta la razza zingara è tarata e di conseguenza, irrecuperabile. Colleghi, la questione zingara è una questione di razza, e come tale, va affrontata !” 

 

(72)Narratore-           “Germania, 8 dicembre 1938, viene emanata dal Reichsfuhrer delle SS e Capo della Polizia Heinrich Himmler la Circolare sulla lotta contro la nocività degli zingari:

 

(73)Himmler-              Tuttigli zingari Rom e Sinti, insediati o meno, e tutti i vagabondi che conducono un’esistenza nomade, devono essere registrati, al più presto, presso l’Ufficio centrale della polizia criminale del Reich.

 

(74)Re-                                    Dovranno essere segnalati tutti gli individui che per aspetto, carnagione olivastra oppure scura, usanze, lingua e abitudini possano essere considerati zingari o in parte zingari. È evidente a tutti che non è necessaria alcuna definizione del termine zingaro: basta l’osservazione !”   

                                                  

(75)q. Tutti-                “Agli zingari è vietato salire sui tram, frequentare locali, ricevere lettere fermoposta, possedere galline e animali domestici. 

 

(76)Narratore-           La razza ariana va preservata incontaminata. Prima che sia troppo tardi, bisogna provvedere, come per gli ebrei alla separazione fisica degli zingari dalla popolazione pura,  alla prevenzione di incroci,  alla regolamentazione del modo di vivere degli zingari, o in parte zingari. Il dottor Ritter, ancora supportato dalla sua assistente Eva Justin, non ha dubbi sul da farsi:

 

(77)Dott. Ritter-         Poiché rappresentano un patrimonio antropologico da tutelare, per prima cosa, occorre salvare gli zingari puri, vale a dire quelli che vivono ancora allo stato primitivo. Ad una condizione, però: che se ne stiano separati e ben lontani dalla razza ariana. Nondimeno…

 

(78)Re-                                    Regalerò loro una riserva, intorno ad un laghetto. Gli studiosi di antropologia, potranno andare a studiarli nel loro habitat naturale.

 

(79)Dott. Ritter-         … il problema, miei cari colleghi, è rappresentato dagli impuri, i sanguemisti, i mescolati, i bastardi …

(80)Eva Justin-           … asociali, sommamente squilibrati e senza carattere, inaffidabili e imprevedibili, irrequieti, suscettibili, pigri e  renitenti al lavoro… 

 

(81)Dott. Ritter-         … dottoressa Justin, grazie ! Desideravo dire…questi impuri si sono sedentarizzati, hanno perso il wandertrieb, il gene del nomadismo, loro specifica caratteristica, dando vita ad una genia di parassiti, fannulloni privi di ambizione !

 

(82)Eva Justin-           Una minaccia concreta…

     

(83)Re -                       … per il nostro Stato !

 
(84)Eva Justin-           … considerato poi, che gli zingari puri, a causa della loro cultura orale, non hanno memoria del passato, e che quelli impuri, sedentarizzati, vivono ormai come dei tedeschi…

 

(85)Dott. Ritter-         … non sarà un lavoro semplice, tuttavia… dobbiamo trovare tutti quei tedeschi, nelle cui vene  scorre anche solo una goccia di sangue zingaro e tutti quegli zingari, nelle cui vene scorre anche una sola goccia di sangue tedesco, per poi ricostruirne la genealogia !”

 

(86)Narratore-           “Ottimo e prezioso contributo per le esigenze di miglioramento della razza !” 

  

(87)Eva Justin-           “Abbiamo già classificato 21mila 498 zingari, tra puri e impuri, siamo…

 

(88)Dott. Ritter-         … riusciti a ricostruire, tavole genealogiche fino all’ottava e, pensate, in alcuni casi, fino alla decima generazione !

 

(89)Narratore-           La documentazione a disposizione delle autorità statali, degli organi di partito e dei dipartimenti di Sanità sarà utilizzabile per elaborare… una legge sugli zingari !”

 

(90)Re-                                    “Nel frattempo, per ragioni di salute pubblica, occorre impedire agli zingari di riprodursi e obbligarli ai lavori forzati, poiché, nel Terzo Reich, può avere diritto all’esistenza in vita, soltanto chi lavora e produce.

 

(91)Dott. Ritter-         Perfetto ! Reclusione, lavori forzati ma… più di tutto, sterilizzazione del maggior numero possibile di zingari autorizzati a rimanere nei territori del Reich, in particolare dei bambini al compimento del dodicesimo anno di vita e delle donne !

 

(92)Narratore-           Proteggere la razza ariana, è la parola d’ordine !

 

(93)Dott. Ritter-         Mi rivolgerò, al Dottor Clauberg…

 

(94)Narratore-           … stimato professore e ricercatore ginecologico, con precedenti per atti di violenza quando era studente, poi  verso sua moglie e un’amante, è l’ ideatore di un preparato in grado di rendere pervie le tube di Falloppio… 

 

(95)Dott. Ritter-         … ha curato e reso fertile la moglie di un ufficiale delle SS mio amico.  L’inviterò a sperimentare delle sostanze che cagionino l’ostruzione delle tube…

 

(96)q. Tutti-                Piccolo, brutto, completamente calvo e po’ deforme, il Dottor Clauberg  governa il Blocco 10 delle donne. Lavora per le indegne a riprodursi, inietta…..

 

____________________________________________________________________ 

                  

(131)q. Tutti-              … di badili, zappe, martelli e picconi attrezzati !

 

(132)q. Tutti-              Nient’altro che uomini ignudi, uomini senza principi, smunti e abbrutiti, di smantellate dignità portatori… d’annullate fedi. Uomini interiormente nudi, pudori cancellati, ad animali regrediti, d’ogni cultura e civiltà spogliati.

 

(133)q. Tutti-              … ma attrezzati di badili, zappe, martelli e picconi !

 

(134)q. Tutti-              Nient’altro che uomini ignudi, uomini tra la morte e la vita, di tutto privati di tutti i diritti. Non-uomini… del male espressione, dannati. D’esperimenti oggetti, di medici e scienziati: presenza e dipartita, non sono più scientifici concetti.

 

(135)Narratore-          Ridotti alla pura dimensione biologica e animalesca, gli esseri umani sono la posta in gioco delle strategie politiche.”

 

(136)q. Tutti-              “Una palude, notata ai primi del 1940, dopo che a settembre dell’anno prima, tedeschi e russi l’avevano invasa e smembrata, nella biforcazione tra i fiumi Vistola e Sola, in quella parte di Polonia inglobata dalla Germania.

 

(137)q. Tutti-              Area adatta !

 

(138)q. Tutti-               Una palude, non lontana da Cracovia, che poteva contare sul centro d’Oswiecim, facilmente raggiungibile da Vienna, Varsavia e Berlino, di fronte ad un cruciale nodo ferroviario.   

 

(139)Narratore-          Auschwitz ! Il 1° marzo del 1941, Himmler ordinò l’edificazione, nella vicina località di Birkenau, di un secondo campo ancora più grande. La direzione del campo d’Auschwitz-Birkenau fu affidata a Rudolf Hoss.”

           

(140)Lageralteste-      “Si provveda ad applicare sulla casacca il triangolo nero degli asociali. Si proceda alla loro registrazione nel Libro mastro delle donne e degli uomini del campo B II  E!

 

(141)Narratore-          Una fila di baracche, due capanni laterali, due cucine, lavatoi e spazio per l’appello: il settore B II E, nel campo di Birkenau è riservato agli zingari.

 

(142)Lageralteste-     Numerazione progressiva uomini: 6084. S’annoti: arrestato perché zingaro tedesco del Reich !”

 

(143)SS II-                  “Cognome e nome…

 

_______________________________________________________________________________

(178)Lageralteste-       “Arriverà a giorni, nel nostro Centro sperimentale di fisiopatologia, l’illustrissimo dottor Josef Mengele. Membro dell’equipe di ricerca del nuovo Istituto di genetica e igiene razziale, specializzato sulladottrina della razza, con particolare riguardo alla teoria dell’ereditarietà, si prodigherà per la causa del nostro popolo…

 

(179)Narratore-            Uomo dotato di un’intelligenza sopraffina, acuto conoscitore della psiche umana… ama andare al lavoro in bicicletta…

 

(180)Lageralteste-       … l’incremento della razza ariana !

                       

(181)Narratore-            … canticchia e fischietta Strauss oppure Mozart con perfetta intonazione. La specialità del dottor Mengele è… il parto gemellare. Va pazzo per i gemelli, anche… zingari !”

 

(182)Re-                      Ogni madre ariana, con un parto gemellare, potrà fornire un individuo in più alla razza padrona, la cui vocazione è di dominare tutte le altre. Produrremo in massa… una progenie di superuomini ariani !     

 

(183)Narratore-            Si chiama  Eugenetica  la scienza che… consentirà la realizzazione di una razza perfetta, attraverso una… buona nascita.

 

(184)Re-                      Manderemo rinforzi al fronte e, a guerra finita e vinta, ripopoleremo a dovere, i territori del nuovo Reich !”

                                           

(185)Mengele-             “Ho bisogno d’assistenti validi. Voglio qui tutti i prigionieri medici, li esaminerò, e fra quelli più preparati, ne sceglierò almeno 15. Saranno coadiuvati d’altrettanti infermieri professionali.”

 

(186)Narratore-            “Si maschera d’angelismo-demonismo, si dipinge di un’ambiguità difficile da riconoscere, il carnefice. Un monocolo e, in mano, una… bacchetta da direttore d’orchestra…------------------------------------------------------------------------